Touchdown logo

Cutler e Drake rilanciano i Dolphins: Patriots battuti 27-20

I Miami Dolphins giocano la partita che non t’aspetti e battono i Patriots tenendosi aperta una finestrella con vista playoff.

Kenyan Drake Dolphins Patriots 2017

Qualcuno l’aveva previsto, magari per scherzo, magari adducendo alla mancanza di Gronkowski, ma nella realtà, nessuno poteva immaginare che per una sera, all’Hard Rock Stadium, Tom Brady vestisse la maglia n. 6 dei Miami Dolphins e Kenyan Drake giocasse tanto bene da far dire “Ajayi chiii???” ai tifosi dei Dolphins.

Eppure è successo. I Miami Dolphins hanno vinto una partita giocata in maniera quasi perfetta da tutti, da Jay Cutler che con 25 completi su 38 per 263 yards e 3 touchdown pass ha messo a referto la seconda miglior prestazione stagionale (l’altra è stata quella della sconfitta contro i Raiders); da Kenyan Drake, il sostituto di Jay Ajayi che per la seconda partita consecutiva supera le 100 yards su corsa; dalla difesa dei Dolphins, capace di annullare il gioco su corsa dei Patriots (sole 25 yards tra Lewis e Burkhead), e di infliggere ben due intercetti a Tom Brady per mano del cornerback Xavien Howard, cosa mai capitata quest’anno al quarterback più titolato d’America.

Medaglia al valore poi per la linea offensiva, quando gioca come lunedì, l’attacco dei Dolphins è da playoff, con il bistrattato Cutler che riesce a mettere la palla in mano a ben 8 diversi target, e da l’impressione di gestire un attacco invincibile.

Una parte del merito di questa magnifica giornata dei Dolphins però va anche a Brady e compagni, che sono scesi in campo totalmente scarichi, con poche idee e con poca voglia.

Nei rari momenti di lucidità infatti, Brady ha messo la palla in aria aprendo la difesa dei Dolphins (forse troppo rilassata visto l’andazzo) come una scatola di “sardine”, però si è trattato solo di episodi sporadici, di big play, forse concessi da una difesa ormai paga di aver messo alle corde i campioni del mondo in carica.

Alla fine i Dolphins hanno saputo tenere in mano il match praticamente fin dal primo drive, e non tragga in inganno il momentaneo vantaggio per 7-6 dei Patriots, perchè con un pizzico di fortuna in più dopo due drive Miami invece di 6-0 poteva essere comodamente sul 14-0.

Brady ha letteralmente patito la mancanza di Gronkowski, e si è affidato a tutta la batteria di running back, facendo ricevere il pallone persino al fullback. Per sua fortuna, Rob sarà in campo già dalla prossima partita.

New England ferma a 8 la striscia di vittorie consecutive e si mantiene comunque in testa alla AFC East con un record di 10-3, che salvo scossoni incredibili, dovrebbe garantire la vittoria della division, mentre i Dolphins con questa vittoria mantengono aperta la finestra playoff, avendo due partite da giocarsi contro i diretti rivali dei Buffalo Bills che attualmente sono davanti con 1 vittoria di differenza.


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy