Touchdown logo

Fantasy Week Review: TD league 1

Inizia il rush finale di questa regular season e la battaglia per i playoff della TD league 1 continua a essere estremamente agguerrita. Vediamo assieme com’è andata questa week 10 appena trascorsa.

il draft fantasy: cosa fare per farlo bene

In questa rubrica che seguirà la legue 1 di Touchdown magazine, analizzeremo di settimana in settimana tutte le partite e i risultati più sorprendenti della giornata, commentandoli brevemente e aggiornandovi sulla classifica.

Le Partite

Legano Frogs (6-4) 111.40 – Denmark 92ers (4-6) 54.92

Dopo quelle di settimana scorsa, arrivano altre belle prove generali da parte dei Frogs, che mettono a segno un’altra tripla cifra e si portano, a seguito della quinta vittoria consecutiva, in zona playoff per la prima colta in questa stagione. Buone le prestazioni di molti giocatori, ma vanno sottolineati i 18.60 punti di Chubb, finalmente tornato dopo la lunga attesa a seguito dell’infortunio e della fresca acquisizione Gallman, che si presenta con 18 punti netti. Prestazione invece terribile quella di Federico, che continua a subire le numerose perdite per infortuni e addirittura questa settimana non gli girano nemmeno le colonne portanti della squadra. Con la sola difesa dei Bears assieme a Dalvin Cook a mettere a segno una doppia cifra, anche se risicata, i 92ers si sono trovati con risultati deludenti su tutti i fronti, a partire dal trascinatore Russell Wilson, che mette a segno una deludente prestazione da 9.92 punti e si trascina dietro tutta la squadra. Con sole quattro partite al termine, ormai ogni sfida diventa fondamentale, e se i 92ers non vorranno retrocedere, gli serve una vittoria al più presto, per prendere un margine sulla undicesima del ranking che ad oggi non esiste.

CP EAGLES (5-5) 110.98 – Rhinos (7-3) 85.42

CP fortunati e Rhinos non in giornata portano a questa inaspettata sorpresa, che fa subire la terza sconfitta della stagione a Fabio e mantiene la squadra di Lorenzo aggrappata alla corsa playoff (e anche division). Per i CP, ad esclusione dello smarrito Mayfield, nessuna delusione degna di nota, con tutti che fanno il loro lavoro e qualche perla inaspettata per condire il tutto, come ad esempio i 23.50 punti di Hines giovedì notte. La differenza però la fanno Prater, che già nelle settimane precedenti ci aveva regalato prestazioni degne di nota, e la difesa dei Raiders, che dopo una stagione di stagnamento mette a segno la bellezza di 16 punti. Per Fabio invece fanno molto bene i 2 RB Swift e Jones, che mettono a referto 44 punti in due, ma poi la squadra viene affossata dai suoi punti forti: il primo è il QB Watson, che contro Cleveland mette a segno meno di 15 punti e non fa la differenza. Dopo di lui lo seguono tutti, e un tassello fondamentale come la difesa dei Ravens segna solo un punto, mentre il colpo di grazie arriva dai 3 WR che non arrivano a doppia cifra messi assieme. Un passo falso ci può stare e fossi in Fabio non mi preoccuperei particolarmente, perchè se il primo posto generale inizia a non essere così sicuro, la division sembra sempre di più nelle sue mani.

Vandali (5-5) 112.78 – Marines Ostia (5-5) 87.68

Partita importantissima per entrambe le squadre, con la prima che non può più sbagliare se vuole continuare la lotta playoff, e la seconda che crede ancora nel sogno division, specie con i Rhinos sconfitti e la possibilità di recuperare una partita dietro l’angolo. Questa possibilità però non si concretizza e il match volge nettamente a favore dei Vandali, che continuano a mettere assieme punteggi altissimi, specie grazie alla capacità di completamento della squadra e a punteggi alle volte fortunati da parte di qualche giocatore (vedi i 16.90 punti di Beasley). Altra prestazione degna di nota della squadra di Diego sono i 25.60 punti di Jacobs, che finalmente torna a fare una partita di livello, mentre il resto della squadra fa punteggi buoni che permettono ai Vandali di vincere. Marines invece che confermano la mancanza di qualcosa nei momenti decisivi: giocano bene, fanno molti punti, ma quando c’è da affondare mancano sempre il colpo. Il problema sono i tanti punti morti che la squadra si è trovata ad avere, perchè il punteggio di giornata è fatto essenzialmente da 4 dei 9 giocatori: Herbers, Diggs, Succop e i Saints, che messi assieme fanno 66 degli 87 punti… Trovare un altro ricevitore e sistemare la tragica situazione TE è la priorità numero uno, perchè se no la lotta palyoff la si vede con il binocolo…

Vikings on Broncos (6-4) 72.44 – Palermi Vampiri (4-6) 56.52

Nonostante il punteggio basso, i VoB battono facilmente i defunti Vampiri, mettendo però assieme una prestazione che potrebbe essere preoccupante. La maggior parte di questo basso punteggio è dovuto a Brees che ha totalizzato solo 6.94 punti anche a causa dell’infortunio subito che lo terrà lontano dal campo per qualche settimana, cosa che potrebbe intaccare le possibilità dei VoB che al momento si trovano in testa alla division 2. La competitività della division resta però bassa, e perciò nei prossimi match intradivisionali potrebbero bastare la coppia Sanders-Robinson, vere colonne portanti della squadra, accompagnati da qualche buona prestazione da parte degli altri, che ad esclusione di Higgins, questa settimana non ci sono state. Per i Vampiri c’è poco da aggiungere: Stessa formazioni da ormai 2 mesi, tre giocatori fuori che fanno zero e record di 4-6 che li porta sempre più vicini alla ormai probabile retrocessione.

Ceolaints (3-7) 66.20 – Wanderers (4-6) 93.26

Sfida di bassissima classifica quella tra Celaints e Wanderers, con in palio la possibilità di ritornare a respirare ed uscire (almeno per il momento) dalla zona retrocessione. I Ceolaints continuano la loro crisi, con la quinta partita sulle ultime sei in cui non raggiungono nemmeno quota 70 punti. Tolto Rodgers, per la squadra di Maurizio è un problema unico in ogni reparto della squadra, con i titolari che non fanno punti (salvo qualche sporadica partitona qua e la) e poche prospettive di miglioramento, anche lavorando in FA. Ormai si è arrivati a un punto della stagione in cui l’unica cosa utile potrebbe essere un miracolo, o la resurrezione di Michael Thomas, che da quando è rientrato dall’infortunio, non ha ancora fatto vedere nemmeno la virgola di quell’eccezionale WR che si era dimostrato lo scorso anno. Per i Wanderers arriva invece una boccata d’ossigeno, accompagnata da un punteggio convincente, cosa che questa squadra non vedeva da tempo. A brillare sono stati i 2 ricevitori degli Steelers Claypool e Smith-Schuster, capaci di mettere a tabellino ben 31 punti in 2, e abbiamo assistito al ritorno su buoni punteggi da parte di Lamar Jackson, anche se da lui ci si aspettano ben più di 21 miseri punti… La squadra sembra che potrebbe tornare abbastanza competitiva per salvarsi, ma viste le prestazione dei diretti concorrenti, questo potrebbe essere più per lacune altrui che per meriti propri.

UFOTEAM (5-5) 63.76 – SparaCanguri (6-4) 72.86

SparaCanguri che subiscono il colpo del nuovo infortunio di CMC e del bye di Hill, riuscendo però a portare a casa la vittoria e mantenere la testa di una division 3 sempre più agguerrita e aperta in vista degli scontri diretti delle prossime 3 settimane. Vittoria arrivata essenzialmente da due punteggi arrivati nella notte di domenica, vale a dire i 26.36 punti di Allen e i 18.70 punti di Hopkins. Il resto della squadra non si comporta egregiamente ma fa solo da contorno portando a casa ciò che è necessario per battere la formazione in crisi di Niccolò. Per UFOTEAM continua a presentarsi lo scotto dei pochi punti, e le tre sconfitte rimediate nelle ultime tre settimane stanno ribilanciando la fortuna avuta nella prima parte di stagione, che gli aveva portati fino al secondo posto della lega. La scommessa Tua non sta ancora funzionando, e tolto Justin Jefferson e lo straordinario kicker di Miami Sanders, la squadra pecca di qualità ovunque. Usciti questa settimana dalla zona playoff, non penso che riescano a ritornarvi a causa di queste motivazioni, ma grazie alle vittorie accumulate ad inizio stagione, non penso che ci sia un rischio retrocessione. Per gli SparaCanguri invece ci vuole un salto di qualità per affrontare le prossime partite contro i diretti rivali della division, che si trovano a pari o ad una partita di distanza, e considerato il fatto che Frogs e Vandali sono 2 tra le squadre più in forma della lega, si potrebbe assistere ad un clamoroso ribaltamento di classifica impensabile fino a un mese fa.

La Classifica

Division 1 Squadra Record Streak Punti Fatti Punti Subiti
1(1) Rhinos 7-3 L1 981.30 834.58
2(8)-5 Marines Ostia 5-5 L1 1,009.00 935.28
3(9)+2 Wanderers 4-6 W1 879.04 920.20
4(11)-2 Palermo Vampiri 4-6 L2 817.06 886.34
Division 2
1(2)+2 Vikings on Broncos 6-4 W1 875.04 849.30
2(7)-5 UFOTEAM 5-5 L3 792.36 823.34
3(10)-2 Denmark 92ers 4-6 L1 929.46 1,058
4(12) Ceolaints 3-7 L4 788.28 949.26
Division 3
1(3)+2 SparaCanguri 6-4 W2 920.18 866.00
2(4)+2 Legnano Frogs 6-4 W5 1,011.88 925.10
3(5)+2 Vandali 5-5 W3 1,022.84 977.12
4(6)+4 CP EAGLES 5-5 W1 937.28 938.16

Please follow and like us:

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.