Touchdown logo

L'ultimo turno di regular season

1 giugno 2012 – Ormai certi i nomi delle squadre che andranno ai playoff, l’ultima giornata di regular season IFL dovrà determinare alcune posizioni di partenza. Elephants già primi e Dolphins già sesti, intanto; Panthers secondi con una vittoria sugli Hogs o con una sconfitta dei Warriors (terzi); Rhinos quarti per via dello scontro diretto […]



1 giugno 2012 – Ormai certi i nomi delle squadre che andranno ai playoff, l’ultima giornata di regular season IFL dovrà determinare alcune posizioni di partenza. Elephants già primi e Dolphins già sesti, intanto; Panthers secondi con una vittoria sugli Hogs o con una sconfitta dei Warriors (terzi); Rhinos quarti per via dello scontro diretto vincente sui Giants ma ovviamente solo in caso di arrivo pari agli altoatesini, e dunque importantissimi i due scontri Elephants-Rhinos e Giants-Daemons. Giants che addirittura potrebbero arrivare terzi, in caso di loro vittoria e contemporanea sconfitta sia di Panthers sia di Warriors, ma li subentrerebbero discorsi ulteriori, legati alla cosiddetta classifica avulsa. Vediamo, allora.

ENERGY BUILDING DOLPHINS ANCONA-SEAMEN MILANO (sabato 2 giugno ore 17.30 Stadio Giuliani via Esino Torrette, Ancona) – Ultima uscita per l’onore, per entrambe le squadre, ma con il tocco di agonismo che nasce da motivazioni vere. I Dolphins (6-4) sono aritmeticamente ai playoff e certi del sesto posto, ma vengono da tre sconfitte consecutive, e subirne una quarta, a sette giorni dalla partita di wild card, non sarebbe il modo migliore di prepararsi alla postseason. I Seamen, persa contro i Daemons la possibilità di rendere decisiva proprio quest’ultima gara, si presentano senza Jordan La Secla e Anthony Di Michele, grandi protagonisti della stagione infortunatisi però nella partita di sabato scorso, e dunque vorranno ritrovare un successo anche per onorare i colleghi infortunati e dimostrare la propria solidità di squadra. Ci sarà il debutto in IFL di Alexis Magallanes, il forte running back messicano finora visto solo in Efaf Cup, e ovviamente il solidissimo Alex Di Michele, mentre tra le file dei Dolphins Michele Marchini soffre di un indolenzimento alla aspalla e John Pagliaro e Medji Soltana hanno guai alle ginocchia, per cui non è detto che il loro utilizzo sarà completo. Parola all’head coach Roberto Rotelli: «in questa fase della stagione molto difficile per noi per via dei risultati che non stanno arrivando, l’importate è restare uniti e compatti, senza cadere nella tentazione di addossare le colpe a questo o a quel reparto. Assolutamente da evitare l’approdo alla wild card con 4 sconfitte consecutive, in settimana infatti abbiamo indirizzato le nostre forze sia nel revisionare gli errori commessi in queste tre sconfitte, sia nello studiare gli avversari di giornata, che sicuramente scenderanno ad Ancona con l’intento di dimostrare che loro valgono i playoff al di là della classifica finale che non li premierà».
Diretta Twitter su @AnconaDolphins e @Seamen_milano e play-by-play su www.dolphins.it

GIANTS BOLZANO-DAEMONS CERNUSCO (sabato 2 giugno ore 20 Stadio Europa via Resia Bolzano – Discorso già fatto all’inizio: i Giants (7-3) sono quarti o quinti (con una sottile possibilità di essere addirittura terzi), e la loro sorte finale verrà decisa tanto dal risultato della gara contro i Daemons quanto da quella del giorno dopo tra Elephants e Rhinos. Intanto, gli altoatesini tornano a giocare in casa a distanza di quasi un mese dalla gara precedente, e cercano solo la seconda vittoria allo stadio Europa, dopo le sconfitte contro Rhinos, Warriors ed Elephants e l’unica vittoria (47-20) contro i Seamen. Per quanto concerne il capitolo infermeria, l’unico elemento fuori dai giochi sarà ancora una volta il linebacker Francesco Giuliano, che spera a questo punto di poter rientrare per i playoff. Indisponibile anche il kicker Francesco Palminteri, pare invece avviato verso il recupero il quarterback/ricevitore Marco Bonacci, che dopo quasi un mese di assenza sembra aver lasciato da parte i propri problemi muscolari. I Daemons (4-6), invece, non hanno più speranze di playoff ma hanno dimostrato sabato scorso, vincendo al Vigorelli contro i Seamen, di avere ben saldo l’orgoglio di chi vuole chiudere la stagione al meglio, e saranno anche seguiti da un pullman di tifosi. Soddisfazione, tra i lombardi alla stagione del debutto in IFL, anche per la chiamata di ben 15 giocatori ai try-out della nazionale, il Blue Team, in vista del trofeo Four Helmets in programma a Firenze a fine luglio.
Diretta Twitter su @GiantsBolzano e @MatteoPlanca

WARRIORS BOLOGNA-MISTERSEX LAZIO MARINES (sabato 2 giugno 2012 ore 21 Stadio Lunetta Gamberini via degli Orti 60 Bologna) – Una certamente ai playoff, anzi almeno terza, l’altra salva grazie all’unica vittoria ottenuta, eppure la sensazione è che sarà una bella partita, quella di Bologna, per il talento dei Warriors e la determinazione dei Marines. Lo sottolinea anche Paolo Parlangeli, grande giocatore a suo tempo e ora general manager: «dopo 10 partite abbiamo un rullino di marcia importante, otto vittorie e due sconfitte rimediate in trasferta, il che ci dà una grandissima carica nel giocare in casa, ma sappiamo bene che danni può creare la mancanza di concentrazione. In questo campionato sono state tutte e dieci partite vere, sia quelle considerate più abbordabili che quelle più difficili, se partiamo con l’idea di risparmiare le forze allora possono essere guai seri. Certamente la situazione infortuni, alla fine di una regular season così lunga, è decisamente complicata ed equilibrare al meglio le risorse sarà un obiettivo, ma un conto è salvaguardare al massimo gli acciaccati, un altro è non far scendere in campo la migliore formazione. Marines, si diceva, certi comunque dell’undicesimo (penultimo) posto perché non possono raggiungere al decimo i Lions, da cui sono stati superati nella prima partita stagionale, né possono essere appaiati dai Doves, che hanno battuto.
Diretta Twitter su @WarriorsBologna e su @IflPress, diretta streaming su livestream.com/laziomarines
Sintesi su IFL Magazine giovedì 7 giugno alle ore 23.15 su Raisport1

ELEPHANTS CATANIA-SAMPLA BELTING RHINOS MILANO (domenica 3 giugno ore 14 Stadio Santa Maria Goretti via Fontanarossa Catania) – Sì, potenzialmente una gran bella partita, ma sta diventando un’etichetta quasi monotona quando si parla di Elephants e Rhinos. I padroni di casa (9-1) sono certi del primo posto, hanno vinto otto partite consecutive e perso per l’ultima volta il 18 marzo contro i Dolphins, mentre gli ospiti, pur con un bilancio inferiore (ma di 2 sole vittorie, 7-3) sono in serie positiva da due, ed hanno comunque bisogno di un successo per mantenere il quarto posto, che sarebbe comunque loro in caso di arrivo alla pari con Giants e Dolphins, due squadre di cui conosceranno già il risultato al momento di scendere in campo. E anche se il quarto posto fosse garantito, ai Rhinos non mancano stimoli di vario tipo, anche statistico, per quanto contino molto meno di una vittoria: il quarterback Taylor Harris ha infatti bisogno di un solo passaggio da touchdown per stabilire il record stagionale di squadra, che attualmente condivide a quota 22 con Ron Adams (1990) e Fred Gatlin (1995). Harris ha inoltre lanciato per 2065 yard e dunque gliene mancano solo 120 per superare il record di 2184, sempre di Gatlin e sempre stabilito nel 1995. La speranza per i milanesi di vedere il loro qb arrivare a questo doppio traguardo sta anche nella statistica che vede gli Elephants terzultimi per le yard concesse su lancio, con 217.6 (e ultimi per first down concessi, 19.8), ma non è certo questa la statistica che meglio racconti l’ottima stagione dei catanesi: secondi nei punti segnati (43.7), primi in total offense (463.8), secondi in pass offense (338.6), primi nel numero di first down conquistati (20.1). Eric Marty è secondo nella classifica dei passaggi, con 198/350 per 3386 yard, 46 td pass e 9 intercetti, mentre Jordan Lake è quarto nelle ricezioni (59) ma secondo per yard (1133), con 17 touchdown.
Diretta Twitter su @elephants_ct e @RhinosLiveMatch

PANTHERS PARMA-HOGS REGGIO EMILIA (domenica 3 giugno ore 15 Stadio XXV Aprile via del Popolo Parma) – Una partita che, a prescindere dalle possibili complicazioni di classifica, si era pensato anche di non giocare, per la situazione creata dal terremoto che ha colpito l’Emilia-Romagna e coinvolto una notevole parte della provincia di Reggio, comprese le famiglie di alcuni giocatori degli Hogs. L’idea, splendida, era anche stata quella di andare a “giocare” una partita ancora più importante, con un contributo diretto, nei luoghi della tragedia, di braccia, muscoli, intelletto e forza di volontà classiche del football. Come ha detto Ivano Tira, il presidente dei Panthers, «abbiamo contattato la Protezione Civile di Parma, nella persona del suo presidente Stefano Camin, per capire come poter dare una mano. Abbiamo chiesto anche di andare sul posto a lavorare fisicamente ma in questo momento ci è stato sconsigliato perché la situazione è troppo grave e nella massima fase di emergenza. Serve un lavoro coordinato e serve personale formato. Andremo sul posto fra qualche settimana per devolvere i fondi raccolti. Speriamo che a noi si uniscano anche altre realtà sportive e non solo, saremo felici ci collaborare insieme in qualche modo». Ai terremotati sarà comunque destinata una parte dell’incasso, cui si aggiungerà quanto i presenti vorranno donare con offerta libera, sempre in collaborazione con la Protezione Civile. Quanto alla gara in sé, al momento di scendere in campo i Panthers conosceranno già il risultato di Warriors-Marines, e dunque sapranno se – in caso di vittoria bolognese – un successo sarà necessario per mantenere il prezioso e ambito secondo posto. In caso contrario cambierà… nulla, perché basta la rivalità di un derby molto sentito a creare le condizioni per una bella partita, su un campo che gli Hogs non hanno mai violato. I Panthers (8-2) hanno sempre fuori giocatori importanti come Maxim Bulgac, Tommaso Antonetti, Michele Viviani, Vincenzo De Lillo, Francesco Diaferia e Aristide De Pascalis, mentre gli Hogs lamentano l’assenza certa di Marco Dalla Berardina e il dubbio sulla presenza di Riccardo Fantozzi, Denis Morlini, Giovanni Caccialupi, oltre alla presenza di due soli americani, Devon Langhorst e Ben Bayer. Anche a Reggio mobilitazione pro-terremotati, cui verranno devoluti fondi e materiale di prima necessità raccolti anche nel corso della cena di fine anno sociale.
Diretta Twitter su @hogsreggio e play-by-play su www.panthers.it
Sintesi su IFL Magazine giovedì 7 giugno alle ore 23.15 su Raisport1

LIONS BERGAMO-ELMO DOVES BOLOGNA (domenica 3 giugno ore 16 Stadio Comunale via Stezzano 33 Azzano S.Paolo, Bergamo) – Chiusura del sipario per due squadre che si aspettavano di più da una stagione che si è invece presto rivelata storta. Presto, ma non prestissimo per i Lions, che erano partiti con 2 vittorie e 2 sconfitte per poi cadere in una serie di problemi culminati con le dimissioni dell’head coach Luca Lorandi e, nelle ultime settimane, con il taglio dei due americani principali, Bart Blanchard e Chaz Thompson, artefici con Daryl Forte, rimasto invece a dare man… forte, del buon inizio di annata. Ora i Lions (2-8), che nelle ultime gare hanno sempre retto contro squadre superiori prima di essere superati alla distanza, cercano di chiudere con un successo che manca da due mesi esatti (1 aprile), e trovano però un’avversaria che, pur sicura dell’ultimo posto e menomata da tantissimi infortuni, ha voglia di chiudere con un bel colpo, affidandosi alle combinazioni tra il qb Bill Ashburn e il ricevitore/linebacker Matt Devlin (terzo nelle ricezioni con 73, per un totale di 1012 yard e 11 touchdown) e ai lampi di Gabriele Ghirotti (32 ricezioni, 338 yard e 3 touchdown, di cui due la scorsa settimana).
Diretta Twitter su @LIONSBERGAMO

LA CLASSIFICA (con * le squadre qualificate per i playoff)
Elephants Catania* 9-1; Panthers Parma* e Warriors Bologna* 8-2; Sampla Belting Rhinos Milano* e Giants Bolzano* 7-3; Energy Building Dolphins Ancona* 6-4; Daemons Cernusco, Hogs Reggio Emilia e Seamen Milano 4-6; Lions Bergamo 2-8; MisterSex Lazio Marines 1-9; Doves Bologna 0-10.

Il DETTAGLIO DELLA TREDICESIMA GIORNATA
– Energy Building Dolphins Ancona-Seamen Milano sabato 2 giugno ore 17.30 Stadio Giuliani via Esino Torrette (Ancona)
– Giants Bolzano-Daemons Cernusco sabato 2 giugno ore 20 Stadio Europa via Resia Bolzano
– Warriors Bologna-MisterSex Lazio Marines sabato 2 giugno ore 21 Stadio Lunetta Gamberini via degli Orti 60 Bologna
– Elephants Catania-Sampla Building Rhinos Milano domenica 3 giugno ore 14 Stadio Santa Maria Goretti via Fontanarossa Catania
– Panthers Parma-Hogs Reggio Emilia domenica 3 giugno ore 15 Stadio XXV Aprile via del Popolo Parma
– Lions Bergamo-Elmo Doves Bologna domenica 3 giugno ore 16 Stadio Comunale via Stezzano 33 Azzano S.Paolo (Bergamo)

Il calendario della stagione 2012 IFL è consultabile presso il sito www.ifleague.it all’url www.ifleague.it/cms/?option=com_foocal&task=calendario.

La IFL, Italian Football League, è la lega che sovrintende al massimo campionato di football italiano. Sono 12, due in più rispetto alla stagione 2011, le squadre partecipanti, tra cui la novità Daemons Martesana e il ritorno dei Lions Bergamo, la squadra più titolata del football nostrano. Ai playoff si qualificheranno le prime sei squadre della regular season: le prime due passeranno direttamente alle semifinali, mentre le classificate dal terzo al sesto posto si sfideranno in una wild card. L’Italian Super Bowl si giocherà sabato 7 luglio allo Stadio Ossola di Varese.

Aggiornamenti su tutte le partite e notizie sulla IFL sono disponibili sull’account Twitter della lega, @IflPress

fonte Uff. Stampa IFL


Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.