Touchdown Magazine

Elezioni FIDAF 2017: Leoluca Orlando

Leoluca Orlando si ricandida per la carica di Presidente FIDAF alle prossime elezioni federali 2017, ecco il suo programma.

Leoluca Orlando Elezioni FIDAF 2017

Continua la presentazione dei candidati e dei programmi (o orientamenti) di chi dovrà governare il football nel quadriennio olimpico 2017-2020, ed oggi vediamo la relazione programmatica che ha stilato il Presidente FIDAF in carica, Leoluca Orlando, che si ricandida per la carica di Presidente.

Egregi Presidenti, Gentili tesserati,
al termine di questo mandato ho il piacere di fare un bilancio di questi ultimi quattro anni ed a presentarvi i miei obiettivi per i prossimi quattro….

Nell’ultimo quadriennio, la Fidaf ha continuato la sua crescita, trasformandosi da uno sparuto gruppo di volenterosi appassionati, in una grande squadra composta da un numero sempre crescente di collaboratori, che oggi tocca le 100 unità.

Volendo fare un “rapido” excursus” su quanto fatto, in questi ultimi quattro anni abbiamo potuto registrare:

  • L’aumento dei contributi concessi dal CONI alla ns Federazione; gli eccellenti rapporti con il Comitato Olimpico hanno anche permesso l’erogazione di contributi straordinari a supporto delle trasferte in Italia e all’estero delle Squadre Nazionali.
  • Un aumento del numero di società su tutto il territorio nazionale.
    Nel 2013 erano 91, mentre il 2016 si è chiuso con 105 società affiliate.
  • L’aumento del ‘peso strategico’ della Federazione italiana a livello internazionale, la cui opinione, oggi, è considerata con interesse e rispetto in tutta Europa. Lo dimostra il meeting internazionale organizzato recentemente a Roma in cui la Fidaf ha avuto un ruolo di mediazione di primaria importanza nell’affrontare le delicate problematiche trattate nell’incontro, la cui buona riuscita è testimoniata anche dalla rilevanza internazionale che gli è stata dedicata.
  • L’incremento delle capacità gestionali-organizzative legate agli eventi sportivi, oramai riconosciute anche in ambito internazionale.
  • L’istituzione di formule di campionato stabili, sia a livello senior che junior – 12 i campionati attivi nel 2016
  • L’incremento del numero di allenatori qualificati e l’avvio dei corsi di II e III livello con docenti qualificati provenienti dalla Scuola dello Sport del Coni e non solo.
    Nel Solo 2016 i corsi organizzati sono stati 39 mentre il numero dei coach è arrivato a 382 (contro i 282 del 2013)
  • La crescita del settore Squadre Nazionali, al quale sono stati destinati investimenti importanti.
    Sono 6 le squadre nazionali attive nel 2016 con 30 raduni di preparazione alle varie competizioni internazionali.

    • I risultati raggiunti
      • 2° Posto ai Campionati Europei Tackle Gruppo B – 2013
      • 3° Posto ai Campionati del Mondo Flag Sr. Maschile 2015
      • 3° Posto al Qualification Round per gli Europei U19 – 2015
      • 1° Posto ai Campionati Europei Beach Flag 2015
      • 1° Posto ai Campionati Europei Flag U15 2016
      • 1° Posto al Qualification Round per gli Europei Gruppo A 2016
  • Il completamento del sistema di Giustizia Federale, funzionante secondo i recenti dettami del CONI.
  • La crescita del movimento giovanile Flag, che ha dimostrato quanto questa disciplina sia propedeutica alla formazione di nuovi giocatori e all’avvio al tackle.
  • La congruità della struttura e delle procedure federali a tutti i controlli che il CONI dispone nei confronti di tutte le Federazioni permettendoci, grazie al lavoro svolto dalla segreteria, di non ricevere né richiami né sanzioni.
  • La certificazione di tutti i bilanci preventivi e consuntivi.
  • 27 Riunioni di Consiglio Federale con la stesura di 74 Delibere di CF e di 38 Delibere del Presidente
  • La dimostrata capacità della gestione sanitaria diretta degli eventi a maggior affluenza di pubblico.
  • Il mantenimento delle politiche antidoping grazie a controlli specifici.
  • Il mantenimento dei costi di Affiliazione ed Iscrizione a livelli costanti per tutto il quadriennio.
  • La continua implementazione del sistema informatico, con l’utilizzo anche di server dedicati.
  • L’innalzamento della qualità delle statistiche, grazie al lavoro di un pool di persone altamente qualificate, che ha portato a riconoscerci tra i migliori in Europa.
    Il numero degli scorer abilitati è passato da 124 del 2013 a 176 del 2016, con l’organizzazione di 10 corsi formativi nel solo 2016.
  • L’avvio dei corsi universitari sul Football Americano, con il coinvolgimento di moltissimi studenti di scienze motorie dello IUSM.
  • L’apertura del MUFA, il museo sulla storia del Football in Italia, a Castel Giorgio, museo unico nel suo genere in Europa.
  • La rinascita dello stadio Vince Lombardi in Castel Giorgio.
  • La creazione di un magazzino tecnico FIDAF del valore di quasi 50.000 €, che include porte a diapason, tabelloni elettronici, 60 caschi, e molto altro.
  • L’attivazione della categoria MASTER.
  • La creazione del settore femminile e dei campionati CIFAF ed F3.
  • Il numero di arbitri tesserati è cresciuto da 133 del 2013 a 152 nel 2016.
  • La redazione di un Regolamento Organico (che ricordo essere la composizione di tutti i regolamenti sotto un’unica veste), necessario ai fini del riconoscimento, e che verrà portato all’approvazione del CONI subito dopo aver approvato le modifiche allo Statuto durante l’assemblea che precederà le elezioni.
  • L’incremento della visibilità sui social media

Inoltre, la maggior parte degli obiettivi della passata relazione programmatica sono stati raggiunti e/o avviati:

  • Passaggio da DSA Sperimentale a Disciplina Sportiva Associata – Provvisoria entro il mese di marzo 2013 – RAGGIUNTO con delibera Giunta CONI del 20 Marzo 2013
  • Revisione dei Regolamenti (In atto) e miglioramento dell’apparato burocratico Fidaf per fornire un servizio sempre migliore ai team – RAGGIUNTO
  • Portare le squadre giovanili a giocare a 11 giocatori nella formula Under 19, senza dimenticare gli opportuni aggiustamenti per gli Over 19 e gli Under 15 – Sono stati riformati i campionati Junior, lasciando gli U19 a 9 giocatori e, nel contempo, sviluppando i campionati U16 e U13.
  • Completamento dei lavori di sviluppo del sito web e del portale gestionale, che prevederà nell’immediato anche la possibilità di pagare con carta di credito. RAGGIUNTO
  • Incremento dei programmi di Formazione Allenatori (RAGGIUNTO), che sono coloro per cui passa la crescita del movimento, tramite appositi programmi di interscambio con coach e strutture USA (USA Coach Experience Program) AVVIATO
  • Incremento degli scambi con l’estero tramite il programma USA Experience, che ha portato e che porterà i nostri ragazzi a scendere in campo nei college americani AVVIATO
  • Creazione, dove possibile, di Comitati Regionali che operino sul territorio (Emilia Romagna e Lombardia) e nomina di delegati regionali in tutta Italia RAGGIUNTO
  • Favorire lo sviluppo anche del Flag Football Senior, che ci permetterà di avere una ulteriore diffusione del “movimento della palla lunga un piede” RAGGIUNTO
  • Lavorare sulla diffusione di flag e tackle a livello scolastico attraverso progetti già intrapresi in questo mandato (flag football school) per cui sarà fornito del materiale specifico da utilizzare con scuole ed istituzioni AVVIATO
  • Affidamento per il 2013 della copertura assicurativa dei nostri giocatori al più grande broker assicurativo mondiale, con il quale sarà possibile effettuare estensioni di copertura singole. RAGGIUNTO
  • Istituzione di regolari corsi di specializzazione nel taping per i trainer dei team RAGGIUNTO
  • Spostamento a Roma di tutti gli uffici amministrativi, affidando ad un commercialista (ex revisore dei conti del Coni) la gestione della contabilità – (In atto) EFFETTUATO
  • Istituzione degli uffici federali per le Squadre Nazionali, marketing e settore giustizia. AVVIATO

[leggi anche: il programma di Leoluca Orlando alle elezioni FIDAF 2013]

Per il quadriennio 2017-2020, infine, tra gli obiettivi che saranno perseguiti desidero evidenziare:

  • Il riconoscimento come Federazione Sportiva Nazionale, con tutto quanto ne consegue
  • La prosecuzione di tutti i progetti raggiunti/avviati ed il miglioramento di quanto già raggiunto
  • L’attivazione di Centri Federali regionali e/o macro-regionali
  • L’attivazione di altri due comitati regionali nel 2017 (Lazio e Piemonte)
  • Il recupero dello stadio Vigorelli per renderlo disponibile ai team locali ed alle Squadre Nazionali
  • L’inserimento di figure dedicate alla gestione del marketing e di supporto ai team
  • Maggiore interazione tra Federazione e Delegati Regionali e maggior supporto agli stessi da parte della struttura centrale
  • Maggiore supporto alle società tramite formazione specifica per i dirigenti
  • L’attivazione di nuovi canali informatici gratuiti per l’inserimento di contenuti video
  • E tutto quanto sarà possibile anche in base alle proposte dei Consiglieri Federali eletti.

Ringraziamenti

Il mio ringraziamento va a tutti i consiglieri e collaboratori che hanno prestato la loro opera attivamente, ed a tutte le società, ai loro Presidenti, Dirigenti, Coach, Addetti Statistiche ed ovviamente Giocatori, in quanto parte integrante e necessaria dell’ingranaggio Fidaf: senza il loro impegno tutto quanto fatto sinora non sarebbe stato possibile.

Leoluca Orlando
Presidente FIDAF

» SPECIALE ELEZIONI FIDAF 2017

photo credit: Lorenza Morbidoni